Rosy Mantovani

Rosy Mantovani è nata nel 1968 a Vigevano, in provincia di Pavia. Grafica pubblicitaria diplomata all’Accademia d’Arti Applicate di Milano si è perfezionata presso una prestigiosa agenzia milanese e quindi ha frequentato un corso di formazione presso la Fondazione Roncalli di Vigevano sotto la guida dei pittori Oronzo Mastro e Davide Avogadro.

“Descrivo la condizione umana odierna fatta di molta solitudine e di difficoltà di comunicazione. Situazione paradossale perché proprio quando il mondo civile si è globalizzato, accorciando ogni distanza fisica e culturale, unito in un’unica rete attraverso i mass media ed i social networks, qualcosa è stato smarrito o è andato perduto: l’essenza dell’umanità e la possibilità di condividere in concreto la propria esistenza. Si vive circondati dal caos del mondo ma si finisce per essere rinchiusi, come in una gabbia, nella prigionia di un IO che non trova modo di vivere come NOI. Il mito del progresso e la nuova religione del lusso e del divertimento lasciano dunque il campo al senso di una desolata e malinconica solitudine. E’ dentro di noi, intorno a noi, il senso opprimente – quale terrifico fiore del mal di vivere – che va guardato negli occhi al fine di comprenderlo. I protagonisti sono ritratti completamente immersi nei loro pensieri, dimenticando ciò che gli accade attorno. Sullo sfondo periferie desolate o rumorose, sudice o abbandonate dove si accende la bellezza dei loro sguardi, occhi di chi non demorde, di chi combatte…e forse vincerà. È la possanza della resilienza.”

cerca le opere nell’e-commerce

Share